Ministero della Transizione ecologica, decreto in Gazzetta

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto-legge 1° marzo 2021, n. 22, che istituisce il nuovo ministero della transizione ecologica, assegnando a un’unica cabina di regia le competenze in materia di energia e ambiente.

Il Ministero della transizione ecologica prende quindi il posto del Ministero dell’ambiente, assorbendo anche alcune competenze di altri Ministeri, come ad esempio quello dello sviluppo economico.

Approfondisci quali sono i principali compiti che avrà il MiTe nell’articolo a cura della redazione di Nextville 
hhttps://www.nextville.it/news/44085/ministero-transizione-ecologica-il-decreto-legge-in-gu/

DA LINEARE A CIRCOLARE: le raccomandazioni di Strasburgo al nuovo piano sull’economia circolare europea

Gli eurodeputati esortano la Commissione Europea a redigere norme più rigorose in materia di consumo e riciclo. E di includere nella direttiva sull’eco -progettazione anche prodotti non legati all’energia.

Un aspetto importante se si considera che fino all’80% dell’impatto ambientale dei beni viene determinato in fase di progettazione.

Le raccomandazioni per il piano sull’economia circolare europea includono:

-l’introduzione di misure contro il greenwashing, le false dichiarazioni ambientali e l’obsolescenza programmata;

– il sostegno all’Ecolabel UE come punto di riferimento per la sostenibilità ambientale;

– il rafforzamento del ruolo degli appalti pubblici verdi stabilendo criteri e obiettivi minimi obbligatori;

– l’integrazione dei principi dell’economia circolare europea nei piani di ripresa nazionali degli Stati membri

https://www.eunews.it/2021/02/10/economia-circolare-parlamento-al-voto-target-vincolanti-al-2030-criteri-minimi-gli-appalti-verdi/142057

Innovatec Group – Nuova Brand Identity

INNOVATEC GROUP RILANCIA LA PROPRIA BRAND IDENTITY,

 RINNOVANDO LOGO E VALORI CHE ACCOMPAGNERANNO L’AZIENDA NELLE SUE SFIDE FUTURE

 

“Riscrivere il futuro” è il messaggio intorno al quale ruota il riposizionamento strategico di Innovatec, in un mercato sempre più globale e caratterizzato da cambiamenti e innovazioni che stanno trasformando gli scenari energetici e ambientali.

Innovatec Group  vuole essere sempre più vicina alle persone e al territorio, al passo con una società che aspira a migliorare condizioni e stili di vita.

Al restyling del logo si accompagna il RINNOVAMENTO DELLA VESTE GRAFICA e della funzione del sito web innovatec.it, evoluto in ottica “One Group”, integrando i contenuti dei siti delle società operative e proponendosi come spazio di informazione, di interazione con i clienti e di dialogo con i molteplici stakeholder dell’azienda.

Il restyling della brand identity di Innovatec Group pone l’accento sul focus centrale del nostro approccio lavorativo, ovvero l’INNOVAZIONE.

Sin dalla sua nascita c’è sempre stata presente una forte impronta legata alla ricerca di aspetti tecnologici innovativi che permettessero al gruppo di ottimizzare i processi produttivi, sempre con una forte propensione al rispetto dell’ambiente e del territorio.

In questa visione delle cose è stato affiancato questa filosofia di pensiero al movimento dei pittori futuristi, secondo i quali la nuova forma di bellezza è la VELOCITÀ, il DINAMISMO in genere: i loro principi si fondano su tutto ciò che è vivo, dinamico e nuovo, all’energia, alla velocità e al movimento.

È stato applicato quindi un PARALLELISMO TRA LA FILOSOFIA FUTURISTA E LA DINAMICITÀ IMPRESSA ALL’EVOLUZIONE DELLE MATERIE DI SCARTO TRATTATE, che, da un aspetto negativo di prodotto di scarto assurge in brevissimo tempo a nuova materia virtuosa e riciclabile attraverso un percorso di economia circolare

A questo primo concetto trasposto sull’immagine del sito è stata puntata l’attenzione anche sul dualismo applicabile legato alla lettura delle varie materie trattate quotidianamente nei processi lavorativi. Ogni materia può essere letta in doppia veste, ovvero quella di scarto e quella rigenerata a fine percorso di trasformazione.