Innovatec sta facendo un passo in avanti verso quella realtà che oggi viene definita IoT, o Internet delle Cose: una prospettiva che mira a connettere le aziende, le case, le istituzioni locali e regionali che serve, e che servirà sempre di più in futuro, ad estendere all’intera comunità i vantaggi che oggi produce per i singoli.

Il progetto Smart è la concretizzazione della vision di Innovatec: un network innovativo in grado di integrare il web, il controllo domotico e l’interconnessione di centinaia di produttori-consumatori di energia rinnovabile.

L’innovazione è garantita da una complessa architettura hardware-software che mette online gli apparati di produzione di energia rinnovabile e i dispositivi di consumo, sia domestici che industriali.

Il chilowattora è scambiato all’interno della “community info-energetica” secondo logiche di vantaggio economico per tutti i suoi membri: attraverso internet i dispositivi collegati al sistema di interconnessione (smart grid, o reti intelligenti) si auto-gestiscono secondo principi di efficienza.

I dati disponibili sulla Rete, come le previsioni meteo o le quotazioni della borsa elettrica, possono influenzare le dinamiche di produzione, accumulo e cessione dell’energia. Il tutto governato da un sistema di management centralizzato che ne garantisce la massima performance.

Smart Home

Grazie all’integrazione tra il sistema di telecontrollo e quello domotico di gestione dei carichi, il funzionamento degli elettrodomestici di qualsiasi casa diventa monitorabile in tempo reale.

La Smart Home è infatti dotata di diversi device di produzione energetica e storage (impianto fotovoltaico, impianto termico per la produzione di acqua calda, pompa di calore, batteria).

L’utente, poiché le informazioni sono sempre disponibili sul web, può intervenire ovunque si trovi: è possibile quindi programmare o inibire il funzionamento degli stessi dispositivi di consumo, per esempio allineandone l’attività con le curve di produzione dell’energia dell’impianto fotovoltaico.

Smart Community

Tante Smart Home insieme rappresentano una rete produttori–consumatori domestici collegati ad un sistema tecnologico intelligente, che integra e gestisce il consumo e la produzione di energia ad un livello superiore: quello della Smart Community.

Come caratteristico ormai dell’universo digitale, non è necessaria la prossimità territoriale tra i componenti della community per partecipare a questa “democratizzazione energetica”.

Smart Grid

Case, aziende e fonti rinnovabili fanno parte di una stessa rete per condividere energia e informazioni: un sistema tecnologico intelligente che gestisce gli scambi energetici interni ed esterni alla Rete. Il ricorso ai tradizionali fornitori di energia è così fortemente limitato, superando anche il problema della ridotta continuità dell’energia da fonti rinnovabili.

Una forte riduzione del prezzo dell’energia viene ottenuta anche facendo diminuire i costi di gestione delle infrastrutture: la riduzione delle perdite per il transito dell’energia, infatti, agevola il consumo della produzione locale.